Ofelia per un'attesa

Scegliere l'immagine di copertina per un libro, non è cosa nè facile nè scontata. L'allusione al contenuto, l'evocativa affinità con il titolo, la studiata leggerezza d'insieme, così da non sovrastare il libro, pur ammiccando a beneficio dello stesso, presuppone un'accurata selezione. L'età dell'attesa, secondo romanzo di Enzo, amico da lungo tempo e di altrettanto lunghe, vivaci conversazioni ( cui devo un grazie per l'attenzione artistica riservatami ), si presenta con l'immagine di una donna, emblema dell'amore ( Ofelia, la luna e la follia ) assorta nel silenzio, condizione dell'attesa. Parallelamente a contenuti sentimentali, si snodano i temi dell'impegno sociale e del lavoro, cui allude lo scorrere sottostante di posate, prodotto della fabbrica, simbolo della realtà  in cui si svolgono gli eventi.